“Adesso blog! Le 22 (immutabili) leggi del blogging”. Di Daniele Imperi

L’Oblò compie un anno.

La notifica WordPress è di un po’ di giorni fa, ma… solo adesso realizzo veramente come possa essere già passato tutto questo tempo. E sorrido.

Perché, se anche la strada da fare è ancora tanta e sono tanti i progetti che ho in mente per questa pagina, è immensa la soddisfazione di esserci ancora. Di non aver abbandonato. Di non aver trascurato. Salvo qualche caso sporadico in cui… tutto il resto che appartiene alle mie giornate è riuscito a prendere il sopravvento.

L’Oblò è nato per poter condividere le mie passioni. Tutte le mie passioni. Anche se mi rendo conto che a prevalere – di fatto – sia il mio amore immenso per la lettura e quello per la scrittura.

Forse è giusto che sia così. Che l’Oblò non si riduca ad un minestrone, ma… non riesco ancora ad abbandonare del tutto l’idea di qualche divagazione. Perciò… qualora questo Blog sia di vostro interesse soprattutto per il suo cercare d’essere un BookBlog, spero mi perdonerete le volte in cui spenderò gli OblòPost per raccontarvi di altro.

Nei miei continui tentativi di migliorare, un pizzico alla volta, sto cercando di imparare anche dalle esperienze altrui.

Il libro sul comodino?

Eccolo qui…

Pur lontana dal seguire alla lettera le 22 regole stilate da Daniele Imperi (autore anche del blog pennablu.it, sul quale pubblica racconti e consigli per blogger e scrittori), riconosco a questa guida un valore particolare e so che, se anche non riesco ad essere proprio come dovrei, “blogger-mente” parlando, è stata una lettura utile sotto tantissimi punti di vista.

Dicevo di non essere ancora pronta ad abbandonare l’idea di divagare, di tanto in tanto?

La regola numero 8 invita alla Focalizzazione.

“Puntate su un solo argomento, ma trattatelo fino in fondo”.

Mi piace parlare di libri e spero di farlo incontrando il favore dei lettori. Un passo alla volta. Un like alla volta. Un commento alla volta.

Le notifiche più belle sono queste, al di là dell’anno già superato.

“Ogni blog deve trovare il giusto vento per avanzare”. È la Legge della bonaccia; la numero 5.

“C’è chi pensa che aprire un blog significhi avere immediatamente traffico e una valanga di commenti. No, purtroppo non è così e l’ho verificato in ogni blog aperto e in moltissimi di quelli visitati al loro debutto. Un blog ha bisogno di superare il suo periodo di rodaggio, ben differente da quello automobilistico; qui non esiste un limite di tempo massimo”.

Ecco. A me… all’Oblò… piace questa cosa. L’avere ognuno un proprio tempo. Un proprio sistema di rodaggio. Un proprio passo.

Andiamo matti anche per la legge numero 16… quella della Personalità. Blog e blogger devono essere assimilati ad un’unica persona. Io e l’Oblò ci somigliamo parecchio ed è bello leggere che sia una buona cosa.

Un buon Blog deve sapere trovare la propria voce. Un buon blogger deve sapere mettersi in gioco, senza avere il timore di esporsi (legge della Gogna; la numero 6).

“Scrivere articoli dal proprio punto di vista non è sufficiente, come non lo è usare lo storytelling. Una storia funziona solo se raccontata bene, altrimenti è una storia da dimenticare. Se alle nostra esperienza e alle nostre storie personali aggiungiamo empatia, avremo compiuto un enorme passo avanti. Lavorando poi su linguaggio e stile possiamo produrre articoli davvero originali”.

Dovessi adottare, nello scrivere, lo stesso stile che adotto nel vestirmi… OMG! Sarei rovinata.

In sincera sincerità?

Spero che ingegnarmi davanti a un foglio bianco, con una penna in mano, mi riesca un tantino meglio delle volte in cui, stremata dagli inutili tentativi di abbinare per bene quel che c’è nell’armadio (alcuni – tra regali di compleanno e di Natale – stanno cercando di darmi delle dritte, ma… sono più dura della pietra!), riduco la scelta ad un paio di jeans (talvolta anche ad una tuta, se so di non dover andare in qualche posto particolare) ad un t-shirt informale, o ad una felpa anonima; a seconda delle stagioni.

Quando non sono davanti allo specchio, ma in compagnia delle parole… ho l’impressione che queste mi siano amiche. Che io non fatichi poi così tanto ad avere un mio stile.

Come tutte le amicizie, certo, abbiamo anche noi i nostri momenti no, ma… principalmente, ci piace andare d’accordo e collaborare.

Collaboriamo nella speranza di ottenere fiducia. La legge numero 13.

“Scrivete per conquistare la fiducia dei lettori. E fidatevi di loro”.

Ecco. La strada davanti è questa qui. Per questo secondo anno ancora tutto da vivere. Per quelli futuri che, speriamo, riusciranno ad esserci.

Con fiducia, allora…

Alla prossima!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...