“STORIA D’AMORE – Una fantasia” di Bruno Mohorovich

Inizio. Insieme. Fine.

Tre atti letterari per raccontare l’Amore.

Tre atti letterari per dire che: l’Amore è desiderio. Tre atti letterari per dire dell’Amore; che è voglia di essere accanto alla persona amata. Che è tumulto del cuore. Che è smania di avere e desiderio di dare. Che è esaltazione invincibile e timore inevitabile.

psx_20181125_110935260503854.jpg

“Storia d’Amore – Una fantasia”

È la raccolta di poesie che Bruno Mohorovich dedica a questo sentimento. Tanto meraviglioso, quanto complesso. Tanto speciale, quanto struggente. Tanto rassicurante, quanto angosciante.

“Nel sottotitolo si legge ‘Una fantasia’”, sono le parole di Guido Buffoni nella prefazione. “Non è dato quindi al lettore la certezza che tutto quello che evocano le sue parole sia scaturito dalla realtà, ma non importa. Non è necessario approfondire se ciò sia veramente accaduto”.

Ad impreziosire i versi, sei opere di Stefano Chiacchella.

Attraverso le sue tavole l’Artista – autore anche dell’immagine di copertina; “Universi paralleli” (collezione privata di Guido Buffoni) – è stato in grado di rappresentare graficamente i tre atti della storia d’amore.

Le tredici liriche della prima parte inneggiano ai momenti del corteggiamento. Quelli in cui tutto nasce, prende corpo e si anima.

Non ci sono titoli, ma non se ne avverte l’assenza.

 

Anche l’oscurità è diversa

Quando mi appare il tuo volto

In riflessi di cristallo.

Anche la notte è diversa

Quando ti rivela

Perduta

In un luogo immaginario

Quando

Prima dell’alba,

nel chiarore dell’aurora

ti stagli

nel mio nebuloso risveglio.

 

C’è poi… “Insieme”.

Ventidue, le liriche. Per raccontare dei momenti vissuti quando l’Amore è equilibrio tra due anime. Quando l’Amore è equilibrio tra dare e ricevere. Quando l’Amore è equilibrio tra amare ed essere amati.

Mohorovich racconta di scambio reciproco e di condivisione spirituale. Le sue parole narrano della Felicità trovata. Di quelle sensazioni di gioia, beatitudine e delizia che il cuore innamorato va tanto cercando. Dell’esaltazione, di quando queste sensazioni vengono raggiunte.

Tentennante esce la mia parola

quando trova riparo nel sole dei tuoi occhi;

poi lenta si spande

come ruscello che diviene fiume

che sfocia nel mare

che diviene oceano.

E negli spazi vuoti

quando prendo fiato

m’interrompi

con l’ardore di una tua carezza.

 

Si arriva a “La Fine”. Ci si arriva con dispiacere. Perché c’è doppio senso nella parola. È la fine della raccolta, ma – soprattutto – sono le liriche che il poeta mette insieme per narrare di quella parte dell’Amore che è ciò che nessun cuore innamorato vorrebbe mai sperimentare.

“Fine dolce, fine violenta, fine condivisa, fine inaccettata, o solamente non prevista, ma sempre fine”; scrive Guido Buffoni al riguardo. “Anche le storie più tenaci, più forti, più inossidabili nascondono delle insidie, dei tranelli, forse solo dei pericoli inattesi. E, quando accade, ci sentiamo morire”.

Non so come sono arrivato

fin qui stasera

non mi hanno trascinato le gambe

non mi ha sospinto il vento

Sono in piedi

davanti alla tua porta

incerto mi guardo intorno;

i fiori che stringo nel pugno

li vorrei gettare

quanto mi sento ridicolo!

Imbarazzato levo la mano

per bussare alla porta

la ritraggo e ficco le unghie nel palmo

Perché sono venuto fin qui stasera?

Da fuori scorgo la tua sinuosa sagoma

ti muovi flessuosa tra le tue cose

signora padrona del tuo mondo

mentre qui fuori

schivo e fragile

non riesco a darmi pace

sul perché abbia risposto

al tuo muto richiamo.

 

Non c’è rabbia nei versi di Bruno, né odio.

Il Poeta parla dell’amore finito e del dolore che questo porta con sé, senza mai permettere alle parole di narrare di sentimenti negativi. Perché l’amore non è morte. Perché l’amore non uccide.

Perché l’Amore… è solo Amore.

Alla prossima!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...