“La Saggezza del Bradipo”; ovvero… CALM!

Lo sapevate che le persone pigre hanno un quoziente intellettivo più alto della media?

No?!?

Allora… troverete interessante il libricino di cui sto per parlarvi.

Un concentrato di carta, inchiostro e simpatia a favore della tesi. Moooolto a favore della tesi.

Con il 2018 appena messo in archivio e il boom delle festività ormai alle spalle; non so cosa possiate pensarne voi, ma… per quel che mi riguarda: “C’è bisogno di quiete!”

Personalmente adoro quei momenti della giornata in cui posso rimanere un po’ sola con i miei pensieri, in silenzio, senza nemmeno il disturbo di una televisione accesa in sottofondo, con una tazza di buon tè tra le mani (ho da poco scoperto il Rooibos e lo adoro!) e, magari, rapita dalle parole di un bel libro.

Ovvero, tanto perché sia completamente chiaro il mio punto di vista, adoro quei momenti di insospettabile bellezza, che appartengono ad ogni giornata e che – sì! – sono il momento giusto per tirare un sospiro di sollievo e per rimettersi in pace con il mondo; almeno un po’.

Sebbene le festività siano bellissime, frizzanti ed emozionanti e benché queste siano talvolta, con un pizzico di fortuna, libere da impegni di natura lavorativa, hanno comunque in loro la capacità di diventare rapidamente un’ulteriore fonte di stress.

OMG! Qualcuno ha detto “stress”? Per caso… qualcuno sta parlando di “stress”?

Stress è una di quelle parole che, nonostante le valutazioni fatte e ripetute più volte, non riesco proprio a cancellare dalla lista delle “cattive”. Solo carbone per lei, dentro la calza della Befana. Poco, ma sicuro!

Di contro, è un piacere constatare come – dentro la lista delle parole “buone” – ci sia la sua opposta. Il suo “anti”.

Tante cose possono essere anti-stress, ma… ciò che preferisco in assoluto e non credo sia nemmeno tanto difficile da intuire, sono: i libri!

Dite ciò che vi pare, ma… è vero quando si dice che un buon libro è in grado di salvarti anche da te stesso. Figuriamoci, se non riesce ad essere un alleato contro lo stress!!!

Or dunque, erano le diciotto e trenta di un impegnatissimo sabato pomeriggio di ultimi acquisti pre-natalizi, dentro un centro commerciale messo in tiro per l’occasione e decisamente più caotico dell’abituale, quando – nonostante le buste da trasportare e lo snervamento generale per il desiderio di poter tornare presto alla quiete di casa – mi sono detta che: Sì! Un nuovo libro è proprio quello che ci vuole. A dispetto della pila sul comodino che – povera me! – non accenna a diminuire.

Certo non mi aspettavo che, di fronte agli scaffali pieni di possibilità, all’improvviso non avrei saputo cosa scegliere.

Meglio un storia d’amore, o una sulla bellezza dell’amicizia?

Meglio un’autobiografia, o un romanzo storico?

Meglio una novità, o qualcosa che aspetto da tempo di poter leggere?

Nessuna delle copertine davanti a me riusciva a suggerirmi un’intenzione d’acquisto già messa in cantiere o, comunque, una curiosità fresca e da soddisfare immediatamente.

Quale scegliere?

A quali pagine affidare l’impegno di essere compagne meravigliose, di un anno ormai vicinissimo all’ultimo punto?

C’ho messo un po’, continuando a passeggiare da uno scaffale all’altro. Alla fine, però, l’ho trovato!

PSX_20190105_180458.jpg
“La Saggezza del Bradipo” di Jennifer McCartney

Siete d’accordo con me, nel dirlo perfetto?

“La saggezza del Bradipo” di Jennifer McCartney è un piccolo, grande libricino che – più che una lettura fine a se stessa – vuol essere un invito ad agire; a comportarsi in un certo modo per vivere meglio.

È un invito a non agitarsi. Un invito a fare con calma. Un invito a rilassarsi e a prendersi – giustamente – un momento per sé.

 “Siamo costantemente bombardati da inviti alla calma. Alla lentezza. Alla consapevolezza. E a ragione. La scienza ha dimostrato che rallentare un po’ il ritmo comporta una gran quantità di vantaggi, non ultimi un aiuto nella gestione della fibromialgia (dolore cronico), l’aumento della felicità e la conseguente diminuzione del livello di stress”.

“La saggezza del Bradipo” è contro lo Stress!

Sono le parole che anticipano un “metodo” non innato nell’uomo, ma che… dovrebbe esserlo!

Si scrive CALM. Si legge: “Come aggiungere un pizzico di bradiposità alla vita”.

Si comincia con la C, come “Che bello dormire!”

“Da un po’ di tempo a questa parte, a ogni latitudine si è diffusa la strana mania di un controllo quasi ossessivo del numero di ore che trascorriamo tra le braccia di Morfeo. Da un lato ci sentiamo ripetere quanto è importante dormire, dall’altro sfiorare la privazione del sonno è considerato quasi un distintivo di merito”.

Eppure…

“Un buon sonno ristoratore fa bene. Sognare fa bene. È un toccasana per la pelle e per il sistema immunitario…”

A, come “Addio al telefono!”

Il problema, in questo caso, è che siamo tutti esageratamente connessi. L’Autrice scrive: “Trascorrere troppo tempo incollati allo schermo intacca il cervello e fa lievitare il girovita. Evitate di controllare il telefono ogni cinque minuti, ne guadagnerete in salute”.

Mi ha riportato alla mente un articolo scovato un po’ di tempo fa, dove si sosteneva che alle volte ci si convince di non avere tempo per alcune cose (per leggere un libro, per ascoltare della buona musica, per vedere un bel film, ecc…), solamente perché ignari del fatto di sprecarne molto in attività inutili e, talvolta, dannose e stressanti.

Volete chiacchierare con un amico? Lasciate perdere le chat e uscite a condividere un caffè!

È un brutto momento per il caffè condiviso? Concedetevi il piacere di una telefonata!

Sarà comunque meglio delle chat e potrete concludere con la promessa di organizzarvi presto per quel caffè insieme.

Purtroppo non ricordo i riferimenti del articolo in questione, ma… vi basterà una piccola ricerca su Google per trovare decine di articoli del genere. Letture brevi e davvero, davvero interessanti. In tal caso… è da considerarsi indispensabile per la causa l’eventuale uso intensivo del cellulare.

Quando si è felici, non si è connessi! Che dire al riguardo?

Per aggiungere un “Consiglio Filmoso” al “Consiglio Libroso”… è di prossima uscita nelle sale cinematografiche “Modalità aereo”; un film di Fausto Brizzi con Paolo Ruffini e Lillo. Mentre è sulla mia lista dei prossimi dvd da vedere: “Non c’è campo” di Federico Moccia.

Tornando al “Metodo”…

Siamo alla L, come “Liberi dagli obblighi”!

Ecco. A questo proposito Jennifer McCartney ci tiene a specificare che lasciarsi andare ad una vita un pizzico più “bradiposa” non vuol dire, in alcun modo, che bisogna diventare degli scansafatiche.

Il lavoro, oltre che fondamentale per il pane in tavola, è ciò che talvolta permette di godersi con tranquillità qualche piacevole svago. Perciò… il libro non è un consiglio a licenziarsi, a dare le dimissioni, o quant’altro.

Si può essere persone impegnate, attive e produttive. Senza, per questo, doverlo essere per forza ad ogni ora del giorno e della notte. Senza, per questo, dover essere delle macchine no-stop.

“Restarsene con le mani in mano, di tanto in tanto, fa bene. Anzi, secondo la saggezza del bradipo è addirittura di fondamentale importanza per la salute mentale. […] Rallentare e abbracciare la filosofia del bradipo significa anche comprendere che non è necessario fare tutto o accontentare chiunque a qualunque costo. Essere sempre indaffarati non è un motivo di merito se, così facendo, si è infelici”.

Or dunque… arriviamo alla fine con la M, come “Ma perché tutta questa fretta?”

“Vi è mai capitato di essere in procinto di uscire per una passeggiata ristoratrice durante una meravigliosa giornata primaverile, ma il telefono squilla ed è un messaggio del commercialista che vi chiede un file mancante, e allora controllate la posta elettronica e trovate l’e-mail di un amico che vi chiede se l’indomani vi va di fare una gita in campagna, ma per rispondere dovete prima cercare su internet quella galleria d’arte di cui avevate sentito parlare così potrete segnalare il link all’amico, e in men che non si dica è trascorsa un’ora? Se la risposta è sì; dovete proprio rivedere le vostre priorità!”

Fate un passo indietro. Provate a considerare ogni bisogno incalzante in prospettiva. E, se proprio vi sentite ancora scettici riguardo al CALM, ripromettetevi – almeno – di approfondire.

Magari, sarà una prima lettura dell’anno da cui non saprete più staccarvi.

Magari… saranno pagine utili per capire veramente che: “Allentare il ritmo comporta una miriade di benefici”.

Mal che vada, posso assicurarvi che ne uscirete divertiti.

Leggere, per credere!

Alla prossima.

3 pensieri riguardo ““La Saggezza del Bradipo”; ovvero… CALM!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...