Letture, ricette, parole &… fantasia!!!

Passate le feste, in attesa che arrivi la Befana… il primo post dell’anno!

Ho pensato molto a cosa avrei scritto, cercando di ignorare la consapevolezza che in questi giorni di ferie mi sia messa a scrivere molto meno di quanto avevo immaginato.

In compenso, però, ho letto (e sto leggendo) abbastanza da veder crescere la mia lista “libri da consigliare” in una maniera che fino a poco tempo fa mai avrei creduto possibile e ho… cucinato e sperimentato in cucina; come se divertirmi con gli ingredienti e con le riviste di settore fosse da sempre il mio passatempo preferito.

Volete delle prove di come io abbia messo in serio pericolo la mia linea, già precaria di suo? Eccovi le foto che scatto sempre, a ricetta ultimata e pronta da gustare, per soddisfare la mia gioia nel riguardarle (e nell’abbellirle un po’ 😉), in un futuro non troppo lontano.

PicsArt_01-02-07.26.51

 

 

Devo ammetterlo…

Anche se non sono riuscita a tirar fuori dal cilindro della fantasia una fiumana di parole, sono soddisfatta di ciò che ho fatto uscire dalla bocca del forno in questo periodo di #TotalRelax e penso che, in fondo, nulla sia più salutare – in momenti di vacanza e di festa come questi – del provare soddisfazione. Di qualunque tipo di soddisfazione si tratti.

Or dunque, avrete probabilmente capito che questo primissimo #OblòPost del nuovo anno è decisamente, ma decisamente diverso dal solito.

Dopo essermi arrovellata il cervello su quale libro avrei dovuto consigliare per primo, per uno di quelli che ritengo essere i miei preziosi #ConsigliLibrosi (chiedo venia, per il pizzico d’orgoglio!), alla fine dei troppi pensieri mi ritrovo, seduta stante, a decidere per un bel… nulla di fatto!

Benché la mia #ListaLettureUltimate (quella delle letture di cui poter parlare, con la speranza di riuscire a suggerire qualcosa di nuovo a qualcuno) sia in considerevole aumento, penso proprio che lascerò che aumenti ancora per un po’ e – piuttosto che raccontarvi in questo primissimo OblòPost del 2020 dei libri a cui ho già chiuso definitivamente la copertina – vi svelerò le mie letture in corso. Quelle quasi terminate, ma… non proprio. Le copertine che, per qualche sera di qui in avanti, mi ritroverò ad aprire ancora per un po’.

In che modo?

Niente trame, né opinioni. (rimando, per questo, a post futuri)

Cosa ne dite di un’altra bella foto?

Trovo che il più delle volte un’immagine sia tutto ciò che serve per rendere perfettamente l’idea.

Perciò… ecco i miei #LibriSulComodino che, per l’occasione dello scatto, si sono sistemati momentaneamente sul tavolo della cucina.

PicsArt_01-02-07.34.59

Ebbene, sì!

Finalmente, con una fotografia confermo il mio essere una #LettriceAPuntate irriducibile.

Avete presente (penso di averlo già detto, ma non ne sono sicura) ciò che si fa abitualmente con i programmi tv, telecomando in una mano e guida settimanale ai palinsesti in un’altra?

Ecco! È ciò che faccio io con i libri. E sono felice di poter aggiungere che, girovagando per Facebook, o Instagram, sono venuta a conoscenza in più di un’occasione del fatto di… non essere la sola a farlo!

Scelgo tre libri, alle volte quattro. Mescolo i generi, affronto trame diverse. Leggo un giorno uno, un giorno un altro. Il giorno dopo un altro ancora e un altro ancora… fino all’ultimo punto; con grande divertimento. Salto da una storia all’altra, senza mai annoiarmi.

Certo… in questo modo non è facile arrivare in breve tempo fino all’ ultima pagina, ma è sicuramente un piacere ritrovarsi in compagnia dei personaggi amati per più giorni, rispetto a quanto accadrebbe con lo stile di lettura “tutto d’un fiato”.

Ora, giacché stiamo affrontando il discorso #PrimeLettureDellAnno e #DesideriLibrosi per l’anno nuovo… quali sono i vostri #LibriSulComodino? Qual è la lettura con cui avete inaugurato il vostro 2020? (accetto sempre ben volentieri nuovi suggerimenti, così che la mia #WishList possa puntare per davvero verso all’infinito e oltre! 😊)

Io, sperando che non sia una fanfaluca il dire che: “Chi fa qualcosa il primo dell’anno, poi lo fa per tutto l’anno” e non volendo far torto a nessuno dei miei quattro amici di cui sopra… ho letto una manciata di pagine ciascuno; prima di spegnere la luce sul primo giorno appena trascorso e prima di mettermi a dormire.

Ho letto e… ho scritto un po’!

Oggi ho letto di nuovo e, consapevole di non poter più azzardare con dolci super golosi e pasticci ad alto tasso calorico, sono finalmente tornata a scrivere per più di dieci minuti filati; con grandissimo, immensissimo piacere.

All’inizio la penna è tremata un po’ tra le dita, ma… è bastato un respiro profondo, la gioia di avere un’idea ancora tutta da sviluppare e tanta, tantissima voglia di crederci (anche stavolta! 😉) a non farmi rimandare oltre e buttarmi a capofitto.

PicsArt_01-01-12.40.23

A differenza delle letture e differentemente anche dalla storia che – volendo – potete trovare in libreria (rimando a questo Link, per eventuali curiosità in merito e a #ComeIlMieleSugliSpiedini; hashtag che sarebbe felicissimo di essere seguito su Instagram! :-D), non è detta che io riesca ad arrivare fino all’ultimissimo punto. Ciò che è certo, però, è che… lo scoprirò presto. Sperando di non  arrendendomi a quei blocchi che, oltre che inevitabili, pare siano il vero pepe della questione; il motore.

Perciò… #StayTuned e #DitaSempreIncrociate! Chissà a quando…

Alla prossima!

#BuonAnnoATutti!!! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...