#Recensione: “Mia suocera è un mostro” di Valentina Vanzini

Ci è voluto un po’… per convincermi che leggere questo libro avrebbe potuto fare al caso mio.

Non lo so. L’ho schivato nelle recensioni degli altri un’infinità di volte, pur intravedendo opinioni entusiaste, convinta che fosse proprio quel genere di storia da far venire un diavolo per capello, una di quelle che avrei sicuramente odiato e lasciato a metà e che – dato l’argomento inequivocabile – avrei potuto anche schiantare contro il muro.

Intendiamoci… nulla di personale.

Sarà – però – che di vicende del genere ne ho sentite raccontare diverse, nella vita di tutti i giorni, da averne già abbastanza. Sarà che un film famoso, con Jennifer Lopez e Jane Fonda a contendersi la scena, conferma l’amara tesi dell’eterno conflitto nuora/suocera (vivo dalla notte dei tempi, temo) e… Beh… sì! Mettiamoci pure anche che il mio umore di lettrice non sempre è pronto a prenderla con filosofia, a farci sopra una bella risata e a non lasciarsi trasportare da sentimenti che – lo ammetto! – gradirei veramente poco sentir nascere dalla lettura di un libro.

C’è voluta la strepitosa promozione della casa editrice Newton Compton Editori, per riuscire a farmi cambiare idea.

Se lo pago meno di un caffè (in versione digitale), anche se non mi piace non sarà poi una questione di soldi sprecati. Ho pensato!

Of course… ho dovuto fare attenzione a non farmi prendere mai, mai, mai dal raptus dello “schianto al muro”. Rompere un e-book reader, e doverlo poi ricomprare, perché l’e-book in fase di lettura non è proprio riuscito a farsi piacere, non è il massimo in quanto ad atteggiamenti “economicamente responsabili”. No. Decisamente… no!!!

Ma veniamo al titolo in questione… eccolo qui!

Scrivo questo #OblòPost con gioia, dopo averlo letto in pochissimo tempo, felicissima di poter dire che… tutti i miei timori iniziali sono rimasti infondati (Meno male… 😉 ho sentito l’e-reader tirare un sospiro di sollievo, una volta arrivati all’ultimissima pagina).

Detto ciò… non vi aspettate una suocera meno mostro di quanto il titolo dichiari.

Nonostante tutto, però, il libro sa far sentire a proprio agio il lettore (anche un lettore incerto come me), sa farlo viaggiare per le diverse vicende narrate con disinvoltura e sa rassicurarlo spesso che – per quanto la situazione possa apparire orrenda, insopportabile e disperata – c’è sempre una luce in fondo al tunnel. Basta saper aspettare.

I personaggi sono narrati in maniera dettagliata e attenta, riuscendo a regalare alla storia quella sensazione di verità che non sempre si riesce a ritrovare tra le pagine di un libro.

Donna Rosaria è tutto ciò che – veramente – si può odiare di più in una “femmina del genere”.

Non le risparmia proprio alla povera Lexie che, nonostante tutto, però, riesce a rialzarsi sempre, a mantenere la testa alta e a fronteggiare quella vipera come si deve; rendendole – all’occorrenza – pan per focaccia.

Gli uomini presenti all’interno del racconto sono… una vera e propria scoperta.

Ho trascorso buona parte della lettura domandandomi cosa avrei fatto io in certi momenti e devo ammettere che le mie soluzioni non sarebbero state sempre all’altezza della situazione, né altrettanto “diplomatiche”, rispetto a quelle poste in essere dalla giovane protagonista.

Inutile dirlo… ho adorato il finale.

Pur trovandolo un po’ frettoloso e gradendo più pagine a disposizione, per quell’amore per cui ho fatto il tifo sin dall’inizio, credo che Valentina Vanzini abbia saputo concludere in bellezza e in maniera non scontata.

Mi complimento, dunque, con l’Autrice. Che non solo è riuscita ad accendere e a mantenere vive le mie timidissime aspettative più rosee, ma ha saputo tenermi compagnia con uno stile scorrevole, divertente e frizzante.

Aver letto questo libro con soddisfazione mi convince a recuperare quanto prima anche l’altro suo libro: “Se mi baci non vale”.

Cosa mi dite… lo avete letto? Avete letto qualcosa di lei?

Spero di riuscire a conoscere le vostre opinioni nei commenti.

Vi lascio con l’augurio di trascorrere un buon martedì e con i miei, oramai immancabili… #AllaProssima & #BuonissimeLetture!!! 😉

Come sempre… #StayTuned!

2 pensieri riguardo “#Recensione: “Mia suocera è un mostro” di Valentina Vanzini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...